Gli esercizi che permettono di alleviare i segni delle smagliature

Le smagliature sono un problema inestetico comune a molte donne, che si presenta maggiormente su fianchi, glutei, cosce e seno.

Non sono altro che delle cicatrici della pelle che si presentano prima di colore violaceo e poi di colore bianco. Sono dovute principalmente a perdite eccessive di peso, a sbalzi ormonali oppure legate ad alcune malattie del sistema endocrino.

Essendo un problema comune nell’universo femminile, è importante sapere quali sono i migliori rimedi per poterne contrastare la comparsa, ma soprattutto curarle per renderle meno visibili.

Importante è, in primo luogo, una corretta alimentazione ricca di frutta e verdura, compresa la frutta secca, bere molta acqua al giorno ma anche e soprattutto fare molto movimento.

Sport: il migliore alleato contro le smagliature

Lo sport ci aiuta sia a contrastare la comparsa delle smagliature attraverso la tonificazione del nostro corpo, ma anche a migliorare la situazione in caso di smagliature ben visibili.

Le attività maggiormente indicate per curare le smagliature sono il pilates, la corsa, lo step ed in generale tutte le attività aerobiche.

Ma nel caso in cui vogliamo migliorare la nostra pelle riducendo le smagliature in particolari zone del corpo, il migliore approccio sarà quello di aggiungere all’attività aerobica, che già da sé è un grande aiuto, degli esercizi mirati per le zone che vogliamo trattare.

Gli esercizi più efficaci

Abbiamo già detto che le zone più soggette sono pancia, fianchi, glutei e cosce, quindi è in queste zone che dovranno essere mirati i nostri esercizi.

Potrebbe essere utile seguire le indicazioni di questa buona guida: www.guidasmagliature.com/esercizi/, cimentandosi anche da casa senza necessariamente andare in palestra.

Per quanto riguarda le gambe sarà di fondamentale aiuto lo “squat”; un esercizio che rafforza i muscoli degli arti inferiori rafforzando anche la parete epidermica e quindi aiuta a migliorare l’inestetismo cutaneo delle smagliature. E’ importante però sapere che lo squat è un esercizio che prevede il lavoro sinergico di più muscoli e che quindi è poco indicato per chi svolge una vita sedentaria, il quale potrebbe rischiare anche infortuni alle ginocchia o ai tendini. Per poter eseguire lo squat bisogna tenere le gambe leggermente divaricate ed effettuare dei piegamenti sulle gambe come se dovessimo sederci e poi ritornare in posizione eretta.

Per i fianchi è davvero utile effettuare almeno trenta ripetizioni per serie di roteazioni sugli stessi tenendo le gambe leggermente divaricate, mentre per la pancia gli esercizi migliori e più efficaci saranno sicuramente delle ripetizioni sia di addominali alti che bassi. Gli addominali alti si effettuano, stendendosi su un tappetino, mettendo le mani dietro la nuca e cercando di sollevare la testa verso l’alto per almeno venti ripetizioni, mentre gli addominali bassi possono essere allenati, sempre nella stessa posizione, cercando di sollevare le gambe ben tese verso l’alto, anche in questo caso per circa venti ripetizioni e non poggiando i talloni per terra tra una ripetizione e l’altra.

ADD YOUR COMMENT